Un viaggio attraverso il mondo della zucca

Dalla Hokkaido color carota al variopinto turbante turco

Hanno nomi divertenti. Si possono cucinare arrosto, alla griglia, al vapore, al forno, bollite o marinate. Si possono mangiare dolci o salate.

Parliamo di zucche, di cui attualmente ricorre l’alta stagione. Vi faremo scoprire quali sono le varietà più popolari e se sono adatte ai banchetti o come decorazione.

Alcuni tipi di zucca

Hokkaido, Zucca butternut, Musquèe de Provence, Halloween, Pâtisson, Turbante turco, Mandarin

  • Hokkaido è probabilmente la prima scelta per la zuppa di zucca. La sua polpa di un brillante color arancio e la sua vistosa buccia traslucida conferiscono alla zuppa un bellissimo colore. Nota anche con il nome francese di Potimarron, la zucca Hokkaido ha un gusto che si avvicina a quello delle carote e delle patate e se ne ricava una purea davvero molto cremosa. In condizioni ottimali si conserva anche 5 o 6 mesi.
  • Zucca butternut è la seconda star sul palco. Ha un inconfondibile sapore di noce e la maggior percentuale di polpa. I semi si trovano solo nella parte inferiore più panciuta. Tutto il resto è pura polpa. Si lascia tagliare a fette facilmente e rosolare come fosse un hamburger vegetariano. Le mamme amano farne pappe per i bebè. In condizioni ottimali la zucca butternut si conserva fino a 14 mesi.
  • Musquèe de Provence è una zucca davvero versatile, che spesso nei supermercati viene venduta confezionata a fette, anche con il nome di «Muscat» de Provence. È una zucca adatta a molti usi grazie al suo aroma fruttato, sia per le zuppe che per gli arrosti o per le torte, ma la si può mangiare anche cruda come stuzzichino.
  • Halloween è la zucca che viene in mente di primo acchito quando si pensa alle… zucche. Benché sia commestibile, la zucca Halloween non ha un sapore particolarmente gradevole e presenta ampie parti interne vuote. Per questo motivo e per il fatto che ha una buccia soffice, è ideale per essere scolpita… e fare la sua grande entrata in scena nel periodo di Halloween, verso la fine di ottobre, quando – illuminata – diventa «Jack o’Lantern». Che paura!
  • Pâtisson è quella zucca che, ben prima del grande boom delle zucche, era già presente nelle cucine delle nonne. Ha un sapore dolciastro ed è particolarmente indicata per essere arrostita o marinata e conservata in vasetto. Richiede un lavoro piuttosto impegnativo, ma la si può usare in due modi. Innanzitutto come decorazione, poi quando non è più così bella la si mette in vaso. Per i piccoli dolcetti casalinghi durante l’estate.
  • Turbante turco Assolutamente immangiabile, ma va benissimo come decorazione o come scodella per una zuppa di zucca. Il suo bellissimo colore la rende unica.
  • Mandarin è una zucca di color bianco o arancione che assomiglia ai piccoli agrumi di cui porta il nome. Molto decorativa, ma adatta anche al consumo. Da marinare o arrostire, queste zucche hanno un aroma di castagna e in condizioni ideali si conservano per 4–8 mesi.

Scommettete che vi piacciono anche i semi?

Non è solo la polpa di zucca ad avere un buon sapore, ma se ne possono mangiare anche i semi. Questi forniscono importanti sostanze nutritive come le vitamine A, C, D ed E, oltre a potassio, calcio e zinco. E l’alta percentuale di grassi non è dannosa, perché si tratta principalmente di acidi grassi insaturi. I semi di zucca si mangiano con o senza buccia, freschi, secchi o tostati e possono essere usati per esaltare molte pietanze: come guarnitura per l’insalata e piatti a base di zucca, nel müesli, nelle zuppe oppure semplicemente come spuntino tra i pasti.

Come tostare i semi di zucca

Lavate a fondo i semi di zucca freschi, asciugateli con cura e distribuiteli su un vassoio. Cuoceteli per 15–20 minuti nel forno preriscaldato a 200 °C e poi girateli sull’altro lato per 10 minuti. Infine, salate a piacimento.

Fonti: juckerfarm.ch, 5amTag.ch, gemuese.ch, swissmilk.ch

Superare bene la stagione fredda

Cinque alimenti per rafforzare il sistema immunitario

Leggere

Tutte le novità ed i suggerimenti direttamente a casa, grazie alla nostra Newsletter.

Iscrivetevi ora.

Consulenza personale nelle vostre vicinanze.

o

Ci avvaliamo di cookie per facilitare l’utilizzo delle nostre pagine web. Proseguendo nell’utilizzo delle nostre pagine web, l’utente accetta l’impiego dei cookie e le disposizioni sulla protezione dei dati dell’Associazione svizzera d'acquisto elettrico aae società cooperativa. Per maggiori informazioni in merito alla protezione dei dati e ai cookie, invitiamo l’utente a consultare la nostra informativa sulla protezione dei dati.

Accettare