Spazi convertibili

Perché conviene essere lungimiranti in fase di progettazione

Metamorfosi di una stanza dei bambini

In fase di progettazione tecnica della propria casa bisogna avere lungimiranza e flessibilità. Con un progetto intelligente il cambio d’uso delle stanze non pone problemi.

Chi può dire cosa ci riserva il futuro? Ciò che oggi è d’attualità, domani può essere già obsoleto. Un aspetto che va assolutamente considerato al momento di progettare la vostra abitazione. E un bell’esempio in tal senso è la trasformazione della camera dei bambini in un ufficio.

Una stanza, tante possibilità

La situazione è conosciuta: all’inizio la stanza dei bambini veniva usata esclusivamente per dormire e giocare. Come dotazione tecnica era sufficiente un babyphone. Qualche anno dopo la situazione è già completamente diversa: per la scuola o per lo svago, gli adolescenti chiedono sempre più multimedialità. Vogliono navigare su Internet, telefonare, guardare la TV, essere interconnessi. Il tutto contemporaneamente e restando, possibilmente, nella stessa stanza. In questo caso una presa multimediale è sicuramente la soluzione più semplice. Come suggerisce il nome, essa riunisce tutte le necessità. Ma c’è di meglio: le varie esigenze possono essere tranquillamente attivate tramite la domotica. E secondo i propri desideri. Così, ad esempio, nella camera dei bambini si può limitare l’accesso a Internet a determinate fasce orarie oppure bloccarlo del tutto.

Ad ogni edificio il sistema giusto

Tuttavia, per trasformare la cameretta in un ufficio perfettamente funzionale c’è bisogno di flessibilità tecnica. L’ideale sarebbe di progettare una costruzione con un numero sufficiente di condotti elettrici di riserva. Così facendo, secondo le esigenze si potranno integrare facilmente alcuni elementi supplementari nel processo di automazione. Se, invece, tubazioni del genere non sono state predisposte o non possono essere inserite per motivi strutturali, ci vuole una valida alternativa, come ad esempio le onde radio. Questa soluzione ha quasi le stesse prestazioni di un bus di sistema cablato, ma può essere installata dallo specialista elettrico in qualsiasi momento e senza troppa fatica.

E per quanto riguarda l’inquinamento elettromagnetico? Ovviamente è leggermente maggiore rispetto alle soluzioni cablate, tuttavia i dispositivi moderni sono prodotti con un inquinamento elettromagnetico talmente basso che il segnale della domotica non rientra neppure in linea di conto. Inoltre, i sistemi che trasmettono sulla frequenza 868 MHz devono soddisfare requisiti molto severi riguardanti la cadenza del segnale radio. A proposito: lo sapevate che alcuni sistemi radiotrasmittenti vengono già alimentati via rete elettrica? Ciò consente di risparmiare non solo sulle batterie, ma anche sulla loro regolare sostituzione. Come potete vedere, una domotica ampiamente adattata ai desideri personali è possibile per qualsiasi costruzione e qualsiasi portafoglio.

Comfort, risparmio energetico e sicurezza

Le soluzioni intelligenti per la casa vanno per la maggiore. Vi mostriamo i vantaggi offerti da una cosiddetta «smart home»

Leggere

Tutte le novità ed i suggerimenti direttamente a casa, grazie alla nostra Newsletter:

Iscrivetevi ora.

Consulenza personale nelle vostre vicinanze.

o

Ci avvaliamo di cookie per facilitare l’utilizzo delle nostre pagine web. Proseguendo nell’utilizzo delle nostre pagine web, l’utente accetta l’impiego dei cookie e le disposizioni sulla protezione dei dati dell’Associazione svizzera d'acquisto elettrico aae società cooperativa. Per maggiori informazioni in merito alla protezione dei dati e ai cookie, invitiamo l’utente a consultare la nostra informativa sulla protezione dei dati.

Accettare