La casa diventa intuitiva

Anche le tendenze vanno programmate con cura

Tecnologia personalizzata: abitare in comfort e sicurezza

Gli edifici stando diventando sempre più intelligenti. I proprietari puntano soprattutto su comfort e sicurezza. Alcuni accorgimenti mirati contribuiscono a realizzare tutto il necessario.

Le odierne abitazioni esigono un alto livello di comfort. Questo è possibile basandosi su impianti tecnologici che a loro volta richiedono una progettazione e un’installazione accurata. I padroni di casa si aspettano innanzitutto la sicurezza dei loro investimenti. Chi mai desidera riattare casa già dopo solo un quinquennio? Pertanto si impongono soluzioni affidabili e durature. Nella giungla dei prodotti gli utenti devono avere una panoramica costante. Oppure devono farsi consigliare dagli esperti. Spesso, infatti, le offerte non sono compatibili tra loro, rendendo così notevolmente più difficile la scelta di sistemi adatti alla cosiddetta casa intelligente o altri dispositivi tecnici.

Riattare gli edifici esistenti

Le nuove costruzioni possono essere predisposte per ricevere energia e dati già in fase di progettazione. Sia il padrone di casa che l’installatore elettrico dovrebbero considerare il fatto che le esigenze multimediali diventano sempre più importanti. Negli edifici esistenti tali desideri sono al limite delle possibilità oppure richiedono progetti d’installazione complessi. Nel caso di una ristrutturazione completa, gli allacciamenti elettrici convenzionali possono essere completati con una seconda linea o addirittura sostituiti da una condotta elettrica con una maggiore sezione trasversale. Infatti, negli ultimi 25 anni gli allacciamenti sono più che raddoppiati a causa del gran numero di nuovi apparecchi. Per fornire potenza con la stessa tensione di 230 volt oggi ci vogliono più ampere. Contemporaneamente, si dovrebbero installare i cosiddetti interruttori differenziali. Questi dispositivi salvavita staccano immediatamente la corrente quando una parte del flusso elettrico è deviato da una persona o da un animale. Si aumenta così la sicurezza degli abitanti.

Reti miste

Nei vecchi edifici la posa delle linee di comunicazione è impegnativa. Spesso è più semplice collegare i dispositivi via telecomando, tramite sensori che inviano i dati alla centrale in modalità wireless. Per i nuovi edifici, invece, i cavi restano tuttora la prima scelta. Oggi, però, si tratta perlopiù di cosiddette reti ibride, che trasmettono gli impulsi in parte via cavo e in parte via onde radio. Logico perciò che si basino sul telecomando le sezioni periferiche della rete, in pratica quelle degli “ultimi metri”. Per una prospettiva orientata al futuro ci vuole un “masterplan” in cui si stabilisce l’ampliamento della rete, anche a tappe se la dimensione lo richiede.

Comandi senza interruttore

Oggi nelle apparecchiature di case ed appartamenti sono in voga i dispositivi senza interruttore. Si tratta soprattutto di comandi vocali e tramite sensori tattili. Questi apparecchi sensibili sono installati dietro pannelli a muro di ceramica, legno o vetro e reagiscono a tocchi delicati o a leggeri sfioramenti. Una moltitudine di sensori è contenuta in una casella, permettendo una pluralità di combinazioni di comando. Confondersi è praticamente impossibile, perché i contatti attivano suoni di diverse altezze. Perfino se si spolvera il pannello non si provocano accensioni involontarie, perché la casella dei tasti è bloccata. Ed è immune anche agli spruzzi.

I comandi intuitivi stanno diventando sempre più il segno distintivo delle case con stile.

Il video di Enertex Proxy Touch spiega come funziona un’unità di comando del genere.

Decidono i bisogni personali

In futuro queste installazioni saranno ancora molto più importanti, perché la richiesta di comfort e sicurezza potrebbe aumentare notevolmente. Ciò vale anche per la dotazione adatta agli alloggi degli anziani. Sistemi di assistenza per anziani e per le persone con una mobilità limitata sono già sul mercato o sono sul punto di esserlo. Il centro di ricerca iHomeLab di Lucerna ha sviluppato diversi progetti con successo. Il progetto Relaxed Care si rivolge a persone anziane che vivono da sole. Se ci si discosta dai consueti modelli di comportamento, il personale addetto alla vigilanza ne viene informato e, ad esempio, telefona all’interessato per informarsi sul suo stato di salute.

Quel che dovete sapere sulla Smart Home

Smart Home i 5 punti chiave a colpo d'occhio

Leggere

Tutte le novità ed i suggerimenti direttamente a casa, grazie alla nostra Newsletter:

Iscrivetevi ora.

Consulenza personale nelle vostre vicinanze.

o